Sondaggio Gpg – Italia, Ottobre 2010

Pubblichiamo oggi l’ultimo sondaggio Gpg di ottobre. Rispetto allo scorso rilevamento entrano nella rilevazioni i neonati movimenti siciliani, quello di Romani e quello di Miccichè. Sono rilevati nella voce “Altri CDX“.
Questa novità lede le percentuali di UDC e PDL che arretrano decisamente. In affanno, ma ovviamente per altri motivi, la LN. Si apprezza ulteriormente FLI.
Nel CSX, SEL supera il 5% ed il PD arretra di oltre un punto, non lontano dai minimi storici. Cala anche l’IDV a tutto guadagno del M5S che torna sopra il 3%. Affluenza in risalità, ma sempre in calo rispetto al 2008. Al Nord LN e PDL quasi appaiate. SEL supera l’IDV al sud fermandosi intorno al 7%, numeri vicini a quelli di UDC e FLI che dimostrano l’estrema frammentazione del quadro  politico meridionale.

INTENZIONI DI VOTO


– partito: percentuale (variazione) [nord – zone rosse – centrosud]

LA DESTRAFIAMMA TRIC.: 1,5% (+0,2%) [1,0% – 1,3% – 2,1%]
LEGA NORD: 12,3% (-0,5%) [25,7% – 9,9% – 0,3%]
POPOLO DELLA LIBERTA’: 27,8% (-0,8%) [25,3% – 23,3% – 32,3%]
ALTRI CDX (UDEUR, NPSI, ADC, UV, PSdA, Pens., Romani, Miccichè etc): 1,8% (+0,9%) [0,2% – 0,0% – 4,0%]
FUTURO E LIBERTA’ PER L’ITALIA: 5,6% (+0,4%) [
4,0% – 5,3% – 7,3%]
MPA / IO SUD: 1,3% (+0,1%) [0,0% – 0,0% – 3,1%]
UNIONE DI CENTRO: 5,3% (-0,5%) [4,0% – 4,1% – 7,0%]
ALLEANZA PER L’ITALIA: 0,8% (
INV) [0,6% – 0,4% – 1,3%]
PARTITO DEMOCRATICO: 24,0% (-1,1%) [21,5% – 35,9% – 21,2%]
RADICALI: 0,7% (+0,1%) [1,0% – 0,5% – 0,6%]
ITALIA DEI VALORI: 6,1% (-0,4%) [5,4% – 5,6% – 7,0%]
SOCIALISTI: 0,9% (+0,3%) [0,6% – 0,8% – 1,2%]
VERDI: 0,6% (+0,1%) [0,8% – 0,5% – 0,5%]
SIN. ECO. LIB.: 5,1% (+0,7%) [3,0% – 4,6% – 7,5%]
FEDERAZIONE DELLE SINISTRE (RC, PDCI): 1,9% (-0,1%) [1,5% – 2,8% – 1,9%]
MOV. 5 STELLE: 3,4% (+0,6%) [3,7% – 5,2% – 2,2%]
ALTRI: 0,9% (
INV) [1,8% – 0,0% – 0,5%]

affluenza: 77% (+1%) [79% – 80% – 73%]

ARCHIVIO RECENTE



SCENARI

– partito o coalizione: percentuale  [camera – senato]

Scenario 1 – Come nel 2008

CDX (LD, LN, PDL, FLI, MPA): 48,7% (+0,3%) [346 – 171]
UDC: 5,8% (-0,5%) [33 – 9]
CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS, Api): 40,9% (-0,4%) [247 – 132]
MOV. 5 STELLE: 3,7% (+0,6%) [0 – 0]
ALTRI: 0,9% (INV) [4 – 3]


Il commento: Il CDX mantiene la maggioranza sia alla camera che al senato. Tra le coalizioni c’è un distacco importante, di quasi 8 punti. I movimenti scissionisti dell’UDC in Sicilia fanno scivolare dei decimali all’interno del CDX. CSX che soffre l’arrembanza del M5S.

Scenario 2 – Grande Centro e Grillo solo

CDX (LD, LN, PDL): 43,4% (-0,3%) [345 – 144]
CENTRO (UDC, FEL, MPA, API): 13,0% (+0,1%) [70 – 31]
CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS): 39,3% (-0,4%) [211 – 137]
MOV. 5 STELLE: 3,4% (+0,6%) [0 – 0]
ALTRI: 0,9% (
INV) [4 – 3] 

Il commento: Questo scenario è da molti dato come il più credibile ed attuale. Il CDX vince bene alla Camera ma non ha la maggioranza al Senato. Determinante il Centro, specie l’UDC. CSX lontano 4 punti dal CDX e poche chance di vincere alla Camera. Al Senato i 2 poli maggiori sono vicini, comunque il CSX non ha chance di governo perchè il CDX non è bypassabile alla Camera. Nel periodo CDX e CSX perdono decimali, stabile il Centro. Bene il M5S.


 

Scenario 2 bis – Grande Centro e Grillo col CSX

CDX (LD, LN, PDL): 43,4% (-0,3%) [345 – 132]
CENTRO (UDC, FEL, MPA, API): 13,5% (+0,1%) [69 – 34]
CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS,M5S): 42,2% (+0,2%) [212 – 146]
ALTRI: 0,9% (
INV) [4 – 3] 

Il commento: CDX avanti di un punto. Chance per il CSX di vincere alla Camera; al Senato è già avanti ma lontanissimo da quota 160, ritenuta il minimo per provare a governare (Prodi si fermò a 158). In caso di vittoria del CDX alla Camera si ripete lo scenario 2. In caso di vittoria per il CSX ci sarebbe una strada molto stretta per un governo di Centro-Centrosinistra con una maggioranza assolutamente eterogenea.


Scenario 3 – CLN con Vendola fuori

CDX (LD, LN, PDL): 44,7% (-0,3%) [345 – 137]
CLN (PD, IDV, UDC, FEL, MPA, API, Soc.): 41,5% (-1,2%) [217 – 144]
SX (SEL, M5S, Rad, IDV, Ver.): 12,9% (+1,5%) [64 – 31]
ALTRI: 0,9% (INV) [4 – 3]

Il commento: Il CDX è favorito alla Camera, dove comunque il CSX ha delle chance. Al Senato i due schieramenti principali sono vicini tra loro e lontani dalla maggioranza assoluta. In caso di vittoria alla Camera del CDX il parlamento è sicuramente bloccato. Se vince il CSX poi si accorderà con la Sinistra. Nel periodo il CLN perde oltre un punto verso la SX. Arretra anche il CDX.

 

Scenario 3 bis – CLN con fuori Rad., M5S e FDS

CDX (LD, LN, PDL): 45,1% (-0,3%) [346 – 152]
CLN (PD, IDV, UDC, FEL, MPA, API, Soc., SEL, Ver.): 44,8% (-0,4%) [254 – 158]
RADICALI: 1,5% (+0,1%) [0 – 0]
FEDERAZIONE DELLA SINISTRA (RC, PDCI): 2,6% (-0,1%) [0 – 0]
MOV. 5 STELLE: 5,0% (+0,6%) [26 – 2]
ALTRI: 0,9% (
INV) [4 – 3]

Il commento: Coalizione praticamente appaiate. Se il CSX prevalesse alla camera sarebbe una riedizione del 2006 con un Senato nelle mani dei senatori a vita. M5S potrebbe avere i voti decisivi.

 
Scenario 4 – Scenario replica del 1996

CDX (LD, PDL, UDC, FEL, MPA, API): 39,9 (+0,4%) [196 – 125]
LEGA NORD (con Tremonti alleato): 16,3% (-0,6%) [84 – 54]
CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS): 39,2% (-0,4%) [346 – 133]
MOV. 5 STELLE: 3,7% (+0,6%) [0 – 0]
ALTRI: 0,9% (INV) [4 – 3]

Il commento: Testa a testa alla Camera. Se il CSX vince lì, la situazione è bloccata (il CSX dovrebbe trattare con la LN). Se prevale il CDX, probabile accordo con la LN. CDX malissimo al Nord e benissimo al Sud. CSX malino ovunque, competitivo solo per le divisioni nel CDX. LN dirompente e decisiva. Nel periodo bene il CDX, male LN (che resta fortissima) e il CSX. Bene il M5S ma non sfonda come in altri scenari.



 

Scenario 5 – Scenario replica del 2006

CDX (LD, LN, PDL, UDC, FEL, MPA): 54,6% (-0,2%) [347 – 175]
CSX (PD, Rad, IDV, Soc., Ver., SEL, FDS, M5S, Api): 44,5% (+0,2%) [279 – 137]
– ALTRI: 0,9% (
INV) [4 – 3]

Il commento: CDX sicuramente vincente anche al Senato. 10 punti di scarto tra le coalizioni. Nel periodo la forbice si restringe di quasi mezzo punto.

Tags: